IMG_6372

Tutti gli amanti della lettura, in particolare quella fantasy, avranno sentito parlare almeno una volta di Shadowhunters e le sue diverse trilogie.
Oggi vi voglio parlare della prima trilogia composta da “Città di ossa”, “Città di cenere” e “Città di vetro”.

Trama:
Al Pandemonium Club di New York si fanno strani incontri. Seguendo un affascinante ragazzo dai capelli blu nel magazzino del locale, Clary vede tre guerrieri coperti di rune tatuate circondarlo e trafiggerlo con una spada di cristallo. Vorrebbe chiamare aiuto, ma non rimane nessun cadavere, nessuna goccia del sangue nero esploso sull’elsa e soprattutto nessuno da accusare, perché i guerrieri sono Shadowhunters, cacciatori di demoni, e nessun altro, tranne Clary, può vederli. Da quella notte il suo destino si lega sempre più a quello dei giovani Cacciatori, soprattutto al magnetico Jace: poteri che non aveva mai avuto e ricordi sepolti nella memoria cominciano a riaffiorare come se qualcuno avesse voluto tenerglieli nascosti fino ad allora. Clary desidera solo ritrovare la madre misteriosamente scomparsa, ma sarà coinvolta in una feroce lotta per la conquista della Coppa Mortale, una lotta che la riguarda molto più di quanto non creda…

Ammetto che prima di appassionarmi alla storia sono dovuta arrivare a metà libro, non è stato propio amore a prima lettura.
C’era qualcosa nella trama e nelle caratteristiche dei personaggi che non mi faceva emozionare a tal punto da continuare. Quando peró, sono entrata un po’ di più nelle emozioni dei personaggi e ho compreso a pieno gli intrighi che si sviluppano pagina dopo pagina, me ne sono letteralmente innamorata!
Clary è la classica ragazza media, con la passione per il disegno e un migliore amico onnipresente. Jace è misterioso, pieno di segreti e tremendamente affascinante.
Cosa potrà uscirne da una coppia così? Semplicemente una delle più belle storie d’amore che io abbia letto negli ultimi tempi.
Anche se entrambi sono ancora in giovanissima età, i sentimenti che riescono a provare sono degni delle più mature relazioni e gli ostacoli che devono affrontare sono enormi.
Ho trovato alcuni passaggi un po’ troppo lenti e troppo ricchi di descrizioni, ma nel complesso la lettura è scorrevole e sempre piena di colpi di scena.
Ad un certo punto del primo libro ho sentito davvero un tuffo al cuore e per ritornare a respirare normalmente ho dovuto attendere la fine de “Città di vetro”, il terzo capitolo.
La storia di questi splendidi protagonisti continua con un’altra trilogia, anche se l’autrice ci propone prima la saga “Le origini”. Questa serie (composta anch’essa da tre libri) ha personaggi diversi dalla prima e narra di un’epoca precedente rispetto a quella in cui vivono Clary e Jace. Dovrebbe farci comprendere meglio certi meccanismi del mondo degli Shadowhunters e, appunto, le loro origini.
Non so se sarò in grado di abbandonare Clarissa e il suo amato, perciò probabilmente non seguirò l’ordine dato dalla scrittrice e leggerò solo successivamente “Le origini”.
Sono curiosa di sapere qualcosa di più sugli affascinanti cacciatori di demoni, ma desidero prima conoscere quale sarà il futuro di Clary e Jace, chiamatemi pazza ma quando mi fisso non ce n’è per nessuno! 😜
Ora voi direte, ma ti innamori di tutti i protagonisti? La risposta è sì. 😜
Non mi è ancora capitato di leggere una trilogia che non mi abbia fatto sospirare o sognare nemmeno un po’. Dite che sono brava o scegliere o solo tanto fortunata? 😂
In conclusione, vi consiglio caldamente questa storia perché ha tutti i requisiti per farvi andare il cuore in fibrillazione.
Fatemi sapere se lo leggete!
Un bacione,
Elena