IMG_4577

Oggi scopriamo assieme i sogni e i segreti di una scrittrice che ha conquistato una delle più grandi case editrici.
Oggi parleremo un po’ con una donna che ha seguito la sua passione fino a farne qualcosa di grande.

– Carmen, per scoprire i tuoi libri possiamo correre su Amazon e leggerne le trame, ma parlaci di te. Raccontaci di chi è Carmen e come trascorre le proprie giornate.

Sono una ragazza semplicissima, che trascorre le giornate nella più totale normalità. Scrivo, leggo parecchio, studio, ogni tanto vado in giro con gli amici, gioco con i miei cagnolini, faccio urlare i miei genitori e in particolare il più piccolo dei miei fratelli.

– Com’è nata la tua passione per i libri? Ti senti più lettrice o più scrittrice?

La mia passione per i libri è nata dopo aver visto il trailer di New Moon, il secondo film della saga di Twilight, su Youtube. Quei tre minuti mi hanno fatto venire i brividi e ho iniziato a fare delle ricerche perché non ne sapevo assolutamente nulla. Poi ho scoperto che era un film tratto da un libro… e da lì, è partito tutto.

– Quando hai iniziato a pensare di pubblicare un libro tutto tuo?

Dopo aver pubblicato un bel po’ di Fanfiction, utilizzando personaggi appartenenti ad altri libri, ho pensato che sarebbe stato bello avere dei personaggi tutti miei, usciti dalla mia fantasia, così appena ho avuto uno spunto, ho buttato giù la storia e poi ho detto: e se uscissi dal mondo delle Fanfiction ed entrassi in uno più ampio? Vediamo se anche lì riesco a trasmettere qualcosa agli altri? Così ho autopubblicato su Amazon.

– Il tuo libro “Questione di cuore” è uscito prima da autopubblicato e successivamente sotto la Fabbri Editori, cosa ti ha spinto verso la strada del self?

Fondamentalmente sono stata spinta dalla mia impazienza. Odio le attese, il rimanere sospesa e leggendo vari articoli su internet avevo capito che inviare il manoscritto significava che avrei dovuto aspettare mesi e mesi. In più il mio nome era totalmente sconosciuto, non avevo mai partecipato a concorsi, mai scritto”seriamente”, perché una CE avrebbe dovuto tenermi in considerazione?

– Ti aspettavi che una così grande casa editrice potesse interessarsi al tuo lavoro?

No, assolutamente. Ero priva di ogni aspettativa e pensiero di questo genere.

– Quanto tempo dedichi alla scrittura? Come riesci ad organizzare le tue giornate?

Di solito scrivo durante il week-end, perché nei giorni settimanali sono sempre in giro. Se poi un giorno particolare ho la necessità di scrivere, mi organizzo in modo da fare scivolare gli impegni in un altro momento per dedicarmi alle mie storie.

– Che cosa consiglieresti alle donne che, come te, vorrebbero cimentarsi nel mondo della scrittura?

Di tentare. Credo che la scrittura sia la parte più naturale di noi, proprio come il pensare, il parlare e il provare emozioni o dei sentimenti. Le 3 P. Se pensi, pronunci e provi, puoi anche scriverlo.

– La tua mente creativa sarà sempre pronta a nuove avventure, quali altri progetti hai in serbo per i tuoi lettori?

Sto scrivendo il secondo libro della serie, quello successivo a Questione di Cuore, che parlerà di Carlo e Annabelle.

– Sarai davvero orgogliosa dei tuoi splendidi successi, cosa vorresti migliorare o cambiare del tuo percorso di scrittrice?

C’è sempre da migliorare, sotto ogni punto di vista, ma per adesso va benissimo così 🙂

Un’artista piena di passione e vivacità.
Non possiamo che augurarle questo e tanti altri successi!

A presto,
Elena Rose