L’autrice di “Ricomincio da me” si racconta…

Hai scelto la strada dell’ autopubblicazione. Dove hai trovato il coraggio di pubblicare il tuo libro?

Il coraggio di pubblicare questo primo libro scaturisce da una voglia di cambiare, di fare qualcosa che non avrei mai pensato di fare. Quando ho iniziato a scrivere “Ricomincio da me” l’ho fatto perchè volevo evadere dalla routine. A libro finito mi sono detta “perchè no, non ho niente da perdere” e così..eccomi qua!

La storia di Elena è segnata da un passato importante. Cosa ti ha spinto a parlare di argomenti così delicati?

Prima di tutto devo dire che questo libro, come quelli che verranno, sono un omaggio alle donne e alla loro forza. L’idea di trattare di argomenti delicati, rischiando anche giudizi negativi, mi viene per lanciare un messaggio importante. “Qualunque cosa, più o meno grave, succeda non bisogna mai arrendersi. Bisogna trovare la forza per andare avanti, la vita è sempre piena di sorprese”

Questo libro fa parte di una saga vero? Come riesci a lasciare il finale sospeso e a riprenderlo nel libro successivo?

Esatto. La saga si chiama “Live” (tradotto letteralmente in “vivere”). In realtà ogni racconto è auto conclusivo. Ho deciso però di dare voci differenti per ogni libro, proprio per cercare di non sminuire le storie. Mi spiego meglio. Il secondo volume, che uscirà il 27 ottobre, racconta la stessa storia di “Ricomincio da me” ma dal punto di vista di Riccardo. Chi ha letto il libro si sarà reso conto che c’è qualcosa che Riccardo nasconde. In “Aspettavo noi”, con scene completamente inedite, scopriremo cos’è! Dare voce ad un uomo, provare a dare voce ai suoi pensieri davanti ad una donna come Elly, è stato divertente e faticoso allo stesso tempo. Spero che il risulta soddisfi.

Adoro questa scrittrice ogni giorno di più e non vedo l’ora di leggere il suo secondo libro.

A presto con nuove indiscrezioni sulle opere di Elena Russiello.

Una Rosa Per Amica