Search here...
TOP
Reading

La bambina di Hitler di Matt Killeen: recensione!

Buongiorno a tutti!

Con questo sole quanti di voi cercano ogni posticino fresco per rifugiarsi a leggere? Personalmente credo che l’ombra di un albero sia il posto migliore dove sfogliare le pagine di un libro!

Oggi vi parlo di un libro diverso dal solito, un genere che qualche tempo fa non era molto conosciuto ma che ultimamente sta riscuotendo grande successo.

“La bambina di Hitler”, edito Garzanti, racconta la storia di Sarah, in lotta per salvare il proprio paese sotto il dominio nazista.

Una storia che parla di coraggio, testardaggine e determinazione. Ma soprattutto il sogno di una ragazzina di riportare una nazione sulla retta via.

Trama:

Sarah ha quindici anni quando la sua esistenza viene capovolta. Degli uomini in divisa le portano via tutto ciò a cui tiene di più. Le resta solo la voce di sua madre, che le ricorda che è viva e deve impegnarsi per resistere. È il 28 agosto 1939. Mancano pochi giorni allo scoppio della guerra e i nazisti pattugliano ogni angolo del paese per impedire che gli ebrei fuggano dalla Germania. Per loro, come per Sarah, non c’è via di scampo. Ma anche in un deserto di umanità si può trovare una mano pronta a offrire un aiuto insperato. Per Sarah, questo aiuto viene dalla spia britannica Jeremy Floyd, che si accorge subito di quella ragazzina, incapace di piegarsi alla meschinità umana. In lei rivede sé stesso e nei suoi occhi blu legge determinazione e desiderio di riscatto. Le propone allora uno scambio: se accetterà di trasformarsi in una giovane hitleriana e di rubare informazioni al nemico, le farà attraversare il confine. Di fronte all’offerta della salvezza, Sarah non può tirarsi indietro. A poco a poco, tra i banchi di una prestigiosa scuola per rampolli del regime, si cala nei panni di una perfetta bambina di Hitler, trafugando dati riservati e facendosi amica la figlia di una potente famiglia che ha contatti diretti con il Führer. Ma più si insinua in questa oscura realtà, più si rende conto del male di cui gli uomini sono capaci. Finché, quasi per caso, si imbatte in un segreto troppo grande per lei. Un segreto che le rende ancora più faticoso fingersi quello che non è e fa vacillare la speranza in un futuro migliore. Ma deve trovare il coraggio di andare fino in fondo, perché la posta in gioco è troppo alta e spesso la libertà si paga a caro prezzo.

Una ragazzina in fuga, colpevole solo di essere per metà “inferiore”. Sarah, infatti, non è puramente ariana, il suo sangue è per metà ebreo. Proprio per questo non c’è posto per lei nel Terzo Reich, non c’è posto per lei nella sua splendida Germania. Non ora.

Matt Killeen riesce a creare un personaggio totalmente nuovo in questo periodo storico. Una ragazzina costretta a crescere dagli orrori che la circondano e che hanno trasformato la sua nazione, la sua casa, in un paese dove il terrore è l’unico regnante e la libertà del singolo è proibita . Eppure lei non smette di amare la sua Germania, convinta sia semplicemente guidata dalle persone sbagliate.

Con questo romanzo ci viene proposto un punto di vista insolito: una ragazzina mezza ebrea che non odia il proprio paese e non lo rinnega, bensì lo ama e lotta per salvarlo da quelle mani che lo stanno lacerando.

Per riuscire nel suo intento la protagonista si getterà tra le fauci del nemico, intrufolandosi come una perfetta ragazzina ariana dai lunghi capelli biondi in un istituto femminile della Gioventù Hitleriana. Proprio mentre tutte le sue compagne giurano fedeltà e obbedienza al Führer, Sarah giura di vivere e di morire cercando di salvare il suo paese, promettendo fiducia e sincerità solo a chi può aiutarla a raggiungere il suo scopo.

Dall’interno riuscirà ad accedere ad informazioni segrete e assolutamente essenziali per favorire il declino del regime nazista. Riuscirà una ragazzina a salvare il destino di un intero paese o, almeno, a rallentare il corso degli eventi?

La crudeltà umana ha raggiunto livelli mai visti prima, molti si sono rassegnati. Ma non Sarah. Lei lotta ancora per la libertà.

Un libro coinvolgente fin dalle prime pagine, che ispira a combattere per i propri ideali, per i propri sogni, per il proprio paese.

Perché in questi casi non conta l’età, non conta il nome.

Questo romanzo è la prova che una singola ragazzina può capovolgere un intero paese.

Consiglio questo libro a chi crede di non poter fare la differenza, a chi crede che solo il potere possa cambiare le cose. Scoprirete invece, pagina dopo pagina, che sono le azioni delle singole persone a costruire il cambiamento. Sono le scelte che compiamo ogni giorno a scrivere il nostro futuro, il nostro destino.

Sono le battaglie che affrontiamo ogni giorno a renderci forti, a renderci liberi.

Sarah ha lottato per la libertà, propria e del proprio paese. Mi ha insegnato a non sentirmi debole, a non sentirmi inutile. Perché ognuno di noi, come lei, potrebbe fare la differenza.

Link Amazon

Voto?

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

A presto,

Alessia

Una Rosa Per Amica

«

»

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *