Preparatevi ad essere psicanalizzati, a conoscere lati della mente umana che sembravano sconosciuti e preparatevi a smentire ogni vostro sospetto.

Oggi vi parlo di un romanzo thriller che rivede tutti gli schemi. Un libro dove i personaggi sono talmente simili al lettore da far quasi paura.

La trama:

Quando Olivia Randall, avvocato newyorchese, viene svegliata da una telefonata, non ha idea di chi sia la ragazzina che, dall’altro lato della cornetta, la implora di aiutarla. Ma basta un nome a farle capire. Jack Harris. Il famoso scrittore, padre della ragazzina, accusato di omicidio e ora in cella, in attesa di processo. Jack Harris è un nome che dice troppe cose a Olivia: perché Jack e Olivia hanno un passato. Un vecchio amore finito male vent’anni prima. Un amore di cui lei porta ancora dentro i segni e forse la colpa di aver lasciato che le cose andassero come sono andate. Di fronte alla richiesta della figlia di Jack, Olivia sa che non ha altra scelta. Aiuterà Jack. A costo di lasciare che lui dia sfogo a una vendetta tenuta a bada per tutti questi anni.

Jack non ha un alibi, non ha testimoni, e non ha un motivo plausibile per essere dov’era quando qualcuno ha fatto fuoco nel parco, ammazzando tre persone. E ben presto Olivia sarà costretta a chiedersi se Jack sia davvero innocente, e non la stia manipolando…

Olivia è una donna matura, vissuta e con i suoi obiettivi delineati nella mente… o meglio, questo è quello che pensa lei di sé stessa.


La sua carriera non è andata esattamente come voleva. È un avvocato di successo, ma non di uno di quelli studi super acclamati in cui lei pensava di poter arrivare.

Il suo lavoro la avvolge completamente, tanto da allontanarla da qualsiasi relazione possibile. L’unica storia che non si è mai cancellata dalla sua mente e dal suo cuore è quella con Jack. Ed è proprio questo passato che non l’abbandona mai a tornare come una bomba a devastare la sua vita.

Jack è accusato di omicidio. Triplice omicidio.
I procuratori distrettuali lo danno già per colpevole, ne sono certi. Ma Olivia conosce Jack, sa che il suo animo è buono e, nonostante tutto il male che lei stessa gli ha fatto, lui non farebbe del male a una mosca.

L’avvocato Olivia Randall conosce il suo ex ragazzo, gli vuole bene e decide di difenderlo in tutti i modi.

Ma se tutte le prove che all’inizio lei trova per provare la sua innocenza gli si rivoltassero contro? Se proprio quella bontà d’animo che lei ha sempre visto in Jack fosse solo un’illusione?

Quanto bene conosce Jack? Può giurare davvero che lui sia innocente?

Il bello di questo romanzo è che costringe il lettore a mettere in dubbio ogni sua convinzione. Se nelle prime pagine ci si fa un’idea della storia che si sta leggendo, dopo qualche capitolo tutto si rivolta, per stravolgersi ancora qualche pagina più in là.

I personaggi sono così ben delineati da poter sembrare i nostri vicini, i nostri amici o le persone che più conosciamo al mondo. 

La trama è un intrico di sospetti, prove e smentite. Un turbinio di dubbi e certezze che non ha fine.

L’autrice ha saputo mantenere la giusta suspance per non far perdere l’attenzione nella storia. 

Mi sono ritrovata più volte a chiedermi: “Ma sono sicura che sia così?”

Davvero, ho divorato questo libro sentendomi parte di esso come mi capita poche volte. 

Un thriller con la giusta dose di dubbio e una punta di romanticismo che non guasta mai.

Voto?

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Prezzo: € 18,50 per la versione cartacea e € 9,99 per la versione digitale.

Link Amazon

Mi sto davvero appassionando ai thriller!

A presto,

Elena