Buongiorno divoratrici di libri!

Eccoci tornati con l’appuntamento mensile con il Gruppo di Lettura!

In questo articolo vi avevamo annunciato la lettura di Maggio ed ora torno per darvi la mia opinione su questo romanzo.

Oggi vi parlo di una storia che non potete assolutamente perdere!

Le vicende di una ragazza straziata dal dolore, costretta a lasciare la propria città per andare a vivere da suo padre.

Perché a quanto sembra, non è mai stata lei la figlia preferita di sua madre. L’amore sembrava essere concentrato sulla sua gemella, a cui però è stata strappata la giovinezza.

Un bel caos vero?

Trama:

Ashlyn Jennings è una studentessa modello. Ama follemente leggere, soprattutto i drammi di Shakespeare, dentro i quali, spesso, cerca risposte alle domande che la vita le pone. E adesso di punti interrogativi ne ha molti, dato che ha appena perso sua sorella gemella e, come se non fosse abbastanza, sua madre è caduta in una grave depressione. Ashlyn deve andare a vivere con suo padre e la sua nuova famiglia nel Wisconsin. La devasta anche solo l’idea di trascorrere l’ultimo anno di scuola lontana dai compagni di classe, ma non può che fare le valigie. In viaggio verso la sua nuova casa incontra per caso Daniel Daniels, un uomo distrutto. Lui ha subìto due grandi perdite nella sua vita e sta cercando di rimettersi in sesto. Pensa a tutto meno che a trovare l’amore, ma l’incontro con Ashlyn è qualcosa che va oltre le semplici leggi della chimica. Entrambi cercano di dimenticare quello che hanno provato quel giorno, finché non si “scontrano” a scuola, dove essere allieva e professore non facilita affatto le cose…

Ashlyn viaggia con pochi vestiti nella valigia, nelle mani una piccola scatola di legno e negli occhi una strana luce di sogni spenti troppo violentemente.

Sua sorella, la sua migliore amica, la sua gemella, la persona che meglio la conosceva al mondo le è stata strappata dalle braccia.
Ma qualcosa di questa ragazza è restato. Quella piccola e all’apparenza insignificante scatoletta di legno, contiene tutto quello che la gemella avrebbe voluto dire ad Ashlyn. Dai complimenti per essere andata ad una festa, ai consigli per le delusioni d’amore… Perché ne avrà bisogno, giusto?

Ebbene sì! Ashlyn si troverà a dover combattere contro se stessa per resistere a quegli splendidi occhi che, sin dal primo momento in cui hanno incontrato il suo viso, sono stati inevitabilmente legati da qualcosa di più forte di una semplice cotta.

Un legame doloroso ma che potrebbe finalmente concederle una via d’uscita dalla sua vita che non sembra altro se non un incubo.

Costretta a trasferirsi da un padre che, costruitosi un’altra famiglia, non è mai stato presente nella sua vita, Ashlyn riuscirà a trovare di nuovo un motivo per vivere?

Ci sarà qualcosa, o magari qualcuno, che farà entrare la luce giusta nel cuore di una ragazza che non conosce altro se non il buio?

Sarà difficile. Perché forse, sentirsi morti dentro dovendo comunque continuare a vivere, è peggio della morte stessa.

Personalmente sono rimasta piacevolmente sorpresa dal ruolo che hanno i genitori. Il loro amore per la figlia è incondizionato e, anche se non sempre si capisce, è perenne. Dimostrano il loro affetto proteggendola e, se necessario, allontanandola.

Anche la parte delle nuove amicizie inaspettate mi è piaciuta molto. Chi mai si immaginerebbe di diventare amici di qualcuno che ti ha portato via il padre e quindi, parte della tua vita?

Un libro da leggere assolutamente, Brittany C. Cherry ha fatto un ottimo lavoro!

Voto?

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

E voi? Che ne pensate? Avete partecipato alla lettura di gruppo?

Siamo curiose di sapere cosa ne pensate!

Un bacione,

Alessia